News

Paul Klee al MUDEC di Milano

dal 31 ottobre 2018 al 3 marzo 2019

Una prospettiva inedita e particolarmente accattivante quella proposta per Paul Klee dal MUDEC di Milano in occasione della mostra che aprirà il 31 ottobre 2018 e sarà visitabile dal grande pubblico fino al 3 marzo 2019.

E’ il legame con le culture primitive che qui viene indagato, quel posizionamento artistico che il lavoro del poliedrico Klee gli ha conferito e che ha legato il suo percorso proprio a quell’affinità tra tribale e moderno che l’artista sentì e visse in modo autentico e originale. Una scelta curatoriale intrigante e capace di valorizzare un prezioso momento del percorso del maestro e che lo vide, proprio grazie al suo interessamento alle arti primitive, iniziare una ricerca nuova e originale rispetto al colore ispirata ai toni caldi, propri di una natura pura e incontaminata.

Poliedrico artista tra i più significativi del ‘900, Klee fu pittore, musicista e teorico di grande valore. Il suo percorso artistico fu innovativo e geniale sia da un punto di vista pittorico che teorico, lasciando un profondo segno nel mondo dell’arte. Furono molti i gruppi di avanguardia a lui legati e che presero ispirazione dalla sua ineguagliabile ricerca.

In questa mostra, il Mudec regala al visitatore una prospettiva diversa e coinvolgente, capace di raccontare l’abilità dell’artista nell’interiorizzare l’essenza delle arti primitive, trasportandola nel suo mondo.

E’ attraverso una splendida selezione di tele realizzate ad olio, tempera e acquerello, esposte accanto a una preziosa documentazione d’epoca appartenente al Museo Etnografico del Mudec, che si svolge il racconto delle atmosfere che avvolgono questo periodo pittorico del grande maestro.

Torna alla lista