Palazzi Nobili e Ville di Delizia

Il viaggio

Il territorio di Monza e della Brianza ha vissuto nel Settecento la grande stagione delle Ville di Delizia: una magnificenza di architetture e di giardini commissionati dalle grandi famiglie nobiliari dell’epoca tra cui i Borromeo, i Durini, i Trivulzio, gli Arese, i Taverna, i Morando. Sono residenze monumentali con vasti parchi, strutturati con giardini all’italiana e all’inglese, ricche di opere d’arte. Derivano queste loro caratteristiche peculiari dal fatto di essere state concepite come residenze di campagna in cui i nobili si ritiravano nei periodi di villeggiatura, dedicandosi allo svago e diletto nel pieno godimento della natura, della conversazione cortese, dell’arte, della musica, della poesia all’insegna della raffinatezza e del buon gusto. Scopriamo insieme le magnificenze dell’epoca ripercorrendo i giardini e le sontuose stanze dei nobili d’allora…

hidden=true

Galleria

1°GIORNO: MONZA Villa Reale Cappella Espiatoria VIMERCATE Collegiata di Santo Stefano Ponte romano di S. Rocco Palazzo Trotti CESANO MADERNO Palazzo Arese Borromeo DESIO Villa Cusani Tittoni Traversi casa- museo e centro studi di Papa Pio XI Casa natale di Pio XI

1° GIORNO: Ritrovo alle per le ore 9,30 presso l’entrata della Villa in viale Brianza, 1. La Villa Reale di Monza fu edificata alla fine degli anni settanta del Settecento per volere di Ferdinando d’Austria, figlio dell’imperatrice Maria Teresa, come residenza di delizie per il periodo estivo. Il progetto dell’edificio fu affidato all’architetto Giuseppe Piermarini. La Villa Reale rappresenta uno degli esempi più conosciuti e ammirati di stile neoclassico. L’itinerario prevede la visita agli appartamenti di Umberto e Margherita che divennero proprietari della residenza nel 1868. L’architetto arciducale progettò sul lato orientale della villa un giardino – il primo all’inglese realizzato in Italia - completato da finte rovine classicheggianti. La visita propone l’analisi storico-artistica della Villa Reale e dei giardini che circondano la residenza. L’itinerario termina presso la vicina Cappella Espiatoria, monumento costruito dall’architetto Sacconi nel punto in cui re Umberto I, venne assassinato, il 29 luglio del 1900, da Gaetano Bresci. Dopo la pausa pranzo procediamo con il nostro itinerario lungo i cammini di delizia brianzoli. A Vimercate procederemo con una visita storico-artistica della città: partendo dalla collegiata di Santo Stefano, del X–XI secolo, che spicca nel centro storico con una facciata cinquecentesca ornata da statue trecentesche, si arriva al ponte romano di S. Rocco, simbolo della città, con la sovrastante porta medievale in origine collegata alle mura del borgo. Si prosegue analizzando gli esterni e le facciate di alcune ville e di alcuni palazzi di particolare rilevanza, per poi concludere l’itinerario con la visita a Palazzo Trotti, residenza dei feudatari del paese in epoca settecentesca arricchita, all’interno, da importanti cicli ad affresco di tema classico. Rientro in hotel e cena in una tipica locanda monzese. Pernottamento. 2° GIORNO: Partenza alle 9,30 dall’hotel con pullman privato in direzione Cesano. Palazzo Arese Borromeo sorse per volontà di Bartolomeo III Arese (1610 – 1674), personaggio di spicco nella società milanese, che divenne Presidente del Senato nel 1660. Dopo la morte di Bartolomeo e del figlio Giulio, devoto a S. Pietro da Verona, il palazzo andò in eredità alla figlia Giulia, le cui nozze con il conte Renato Borromeo e la nascita del figlio Carlo IV diedero origine alla famiglia Borromeo. Il complesso, mirabile esempio di barocco lombardo, è preceduto dalla piazza dell’Esedra, luogo di teatro e di gioco. La facciata severa e semplice nasconde all’interno il cortile, completato dalla loggia alla genovese che si affaccia sul giardino. All’interno il palazzo presenta decorazioni seicentesche e settecentesche rilevanti, realizzate da artisti come i Montalto e i Nuvolone, Ghisolfi. Di grande importanza è anche il giardino storico all’italiana, in cui spicca la fontana dei dromedari, commissionata dal conte Renato III nel XVIII. Dopo il pranzo riprenderemo il nostro itinerario spostandoci a Desio con la Villa Cusani Tittoni Traversi e la casa- museo e centro studi di Papa Pio XI, nato proprio in questo borgo. La villa acquistata dalla famiglia Cusani durante il XVII secolo, era già esistente, fu ricostruita tra il 1776 e il 1779 su commissione di Ferdinando Cusani, con l’intervento dell’architetto neoclassico Giuseppe Piermarini. Nel 1817 la villa divenne proprietà dell’avvocato Giovanni Traversi che trasformò il complesso secondo il nuovo stile eclettico. L’architetto Palagi costruì anche, nel giardino la famosa torre neogotica, con l’obiettivo di custodire le collezioni artistiche dell’avvocato Traversi. Dal 1999 la villa ospita in maniera permanente la donazione Giuseppe Scalvini, le opere scultoree e i disegni. La casa natale di Pio XI raccoglie arredi e cimeli originali, tra i pezzi più interessanti si trova l’apparecchio radiofonico realizzato personalmente da Guglielmo Marconi e donato al Pontefice nel 1931 anno di fondazione di Radio Vaticana. Rientro a Monza e fine dei servizi.

Sommario

Destinazione: Monza, Vimercate, Cesano Maderno, Desio

Durata: 2 giorni, 1 notte

Periodo: tutto l'anno

Compreso nell’offerta:

Un pernottamento in Hotel 3*, 2 pranzi e una cena tipica, visite guidate durante tutto il soggiorno, ingresso agli appartamenti di Villa Reale, ingressi a Palazzo Trotti, Palazzo Arese, Villa Tittoni e Casa Museo di Pio XI, transfer come da programma.

Non compreso nell'offerta:

bevande ai pasti, tutto quanto non specificato nella dicitura “la quota comprende”

Assicurazione:

Assicurazione medico-bagaglio fornita da Europ Assistance


Richiedi prenotazione

Per prenotare è necessario iscriversi.

Contattaci

Email: betania@betaniatravel.it

Tel: +39 039 832716

Da lunedì a venerdì
dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Contattaci

Email: betania@betaniatravel.it

Tel: +39 039 832716

Da lunedì a venerdì
dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00