Via della Costa

2019CA003

Il viaggio

Tra Portovenere e Levanto la montagna precipita nel Mediterraneo con una costa alta e tormentata, priva di insenature e costellata di scogli. Luogo di selvaggia bellezza, la costa di Tramonti e delle Cinque Terre è stata abitata e coltivata da epoche remotissime. Le sue mulattiere e i sentieri sono noti nel mondo, tutelati, come tutto il territorio, dall’Unesco. In quattro giorni andremo a conoscere a passo lento alcuni dei sentieri famosi, ma soprattutto quelli meno noti, e per questo più emozionanti.

Galleria

“La Liguria è una terra dura e faticosa, in buona parte montuosa, dai difficili collegamenti terrestri e dall’agricoltura laboriosa. È un territorio che ha subito saccheggi e depredazioni, con paesi, uomini e famiglie che hanno dovuto sempre ricominciare, risollevarsi. Tutto questo lo si legge nella parsimonia che tanti liguri hanno, eredità naturale di una terra difficile. Tutto questo lo si può capire soffermandosi sulla storia di ogni singolo luogo raggiunto, oltre che valicando promontori e osservando l’ambiente, con i suoi lembi di terra coltivata strappata ai declivi.”

(Monica D’Atti, Franco Cinti, La Via della Costa. L’itinerario ligure per la Via Francigena. 300 chilometri da Mentone a Sarzana)

Punti forti:

  • La vista sul mare e sulla costa delle Cinque Terre dal santuario di Montenero

  • Vedere il sole che cala sul mare tra le vigne di Tramonti

  • Svegliarsi a Corniglia, la più appartata tra le Cinque Terre

Guida: Roberta Ferraris, guida GAE regione Piemonte

Grado di difficoltà: medio

L’itinerario: viaggio itinerante, con possibilità di trasporto bagagli. Si cammina su sentieri e mulattiere, con dislivelli sensibili. Indispensabile abitudine al cammino in montagna e allenamento. Vari transfer con i comodi treni della linea Sestri Levante - La Spezia.

Giorno 1 Da Portovenere a Biassa. Attraversiamo la magnifica costa di Tramonti, passando per Campiglia. Vigneti e coltivazioni di zafferano si alternano a ombrosi boschi. Panorami memorabili sulle isole di Palmaria e del Tino e sulle falesie calcaree del Muzzerone.

Giorno 2 Da Biassa a Volastra. Ci affacciamo sulle Cinque Terre, con visita a Riomaggiore e Manarola. Il panoramico sentiero che sale al monte delle Tre Croci ci porta tra gli uliveti di Volastra.

Giorno 3 Da Volastra a Monterosso. Seguiamo un sentiero a mezzacosta tra le vigne, tra i più belli delle Cinque Terre. Visitiamo Corniglia e prendiamo un treno per Monterosso. Nel pomeriggio, in cammino sul Sentiero Verde Azzurro, con sosta a Vernazza e ritorno al nido d’aquila di Corniglia, dove passeremo la notte.

Giorno 4 Da Monterosso a Levanto. Con il treno arriviamo a Monterosso, per affrontare la salita a punta del Mesco e all’eremo romanico di Sant’Antonio, luogo di sosta per i pellegrini. Visita al Podere Case Lovara, per ammirare gli orti recuperati dal FAI.

Sommario

Destinazione: Liguria

Durata: 4 giorni, 3 notti

Periodo: Dal 20 marzo al 23 marzo

Partecipanti minimi: 8
Partecipanti massimi: 15

Compreso nell’offerta:

  • Guida durante tutto il cammino
  • 3 notti in hotel e ostelli in formula «Mezza Pensione»
  • 3 cene e le colazioni
  • Transfer come da programma
  • Ingressi come da programma

Non compreso nell'offerta:

Pranzi, tutto quanto non specificato nella dicitura «Compreso nell’offerta»

Extra:

  • Possibilità di richiedere transfer aggiuntivi

Assicurazione:

Assicurazione medico-bagaglio fornita da Europ Assistance

Quota di partecipazione: 550,00 € da 8 a 11 partecipanti - 500,00 € da 11 a 15 partecipanti

logo in lombardia Scarica il pdf del viaggio

Chiusura prenotazioni:
29-02-2020

Posti disponibili:
13


Richiedi prenotazione

Per prenotare è necessario iscriversi.

Contattaci

Email: betania@betaniatravel.it

Tel: +39 039 832716

Da lunedì a venerdì
dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Contattaci

Email: betania@betaniatravel.it

Tel: +39 039 832716

Da lunedì a venerdì
dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00